I Triganieri


Dall'assedio posto da Antonio ebbe origine pure altra curiosa tradizione volgare. Ed è quella per cui a questa epoca si riporta l' uso, divenuto poscia fra di noi così comune e direi quasi caratteristico, di far volare i colombi dai tetti - Si pretende che sin da allora si formasse la famosa Società dei Triganieri, nome che a tutti i modenesi è noto significare appunto allevatori o addestratori di colombi, nome che venne illustrato dal lepido nostro Tassoni, il quale al canto VI della Secchia Rapita parlando di questa società la definisce, in modo certo non troppo lusinghiero:

...... Una compagnia di scapigliati
Dediti al gioco e a far volar piccioni,
Che Triganieri fur cognominati,
Nemici natural dei bacchettoni,
Gente elle 'l Ciel aveva posto in oblio
E l'appetito sol tenea per Dio.

E questo nome di Triganieri derivavano essi da una specie di colombi detti in lor gergo trigani.
Ma, per tornare a noi, raccontasi adunque che, durante l'assedio posto da Antonio alla città, si facevano volare dal campo di Ottaviano in Modena dei colombi, i quali portavano legate con nastri alle, zampe laminette di piombo, ove erano segnate le notizie; e così pure da Modena comunicavano gli assediati, i quali perciò costrussero sui tetti delle case i colombai, donde facevano volare e dove attendevano gli alati messaggieri. 
Tanto osa il volgo colle sue tradizioni e colle sue leggende, che spesso sopravivono alla vera storia ed ai durevoli monumenti!